Andrea Dania

Lord George Gordon Byron, morente a Missolungi per febbri contratte nel corso della campagna insurrezionale del 1824 per la liberazione della Grecia dal dominio ottomano, certamente avrà ricordato la figura di Andrea Dania, da poco caduto sui campi di battaglia lottando per il popolo ellenico ed antesignano del corregionale Giuseppe Garibaldi, insuperabile esempio di combattente per la liberazione delle genti oppresse dal giogo straniero.
Il Dania era nato in Ovada il 7 Aprile 1775 da Francesco di Domenico e Francesca Maria Beraldi e il suo nome compare nei registri della Parrocchia di N.S. Assunta come Antonio Giulio Andrea, essendovi stato battezzato il giorno 8-4-1775 ed in forma solenne lí 8-10-1776 con una cerimonia nella quale erano comparsi come padrino e contro Napoleone (alla battaglia di Novi del 15 Agosto 1799), Tavietta, come viene talvolta famigliarmente indicata dalla tradizione, si era fermamente opposta, unitamente al Parroco Compalati, alla richiesta di armi, denaro e vettovaglie per le truppe austriache accampate alla periferia di Ovada. Unica concessione possibile, viste le misere condizioni in cui versava la popolazione, era la consegna delle chiavi della città. A seguito di tale proposta e davanti alle accorate implorazioni della signora, secondo la tradizione molto bella, il comandante austriaco modificava il proprio atteggiamento e minacciava di dare fuoco a tutta Ovada tranne alla casa della lacrimante Tavietta. Questa però, con grande fermezza, dichiarava che in tal caso la propria casa sarebbe stata la prima ad essere data alle fiamme. Colpito dalla determinazione della donna si narra che il generale desistesse dai suoi propositi e, levato il campo, si dirigesse verso Acqui.
Andrea era anche nipote di Monsignor Angelo Vincenzo Dania, padre domenicano divenuto in seguito Vescovo di Albenga, personalità di rilievo che avremo modo di incontrare nel prosieguo della narrazione.
(Stralcio della ricerca di Pier Giorgio Fassino, Andrea Dania, ovadese: eroe dell'Indipendenza Greca, URBS Anno XIX n.3 settembre 2006, pag. 180).

Pier Giorgio Fassino, Andrea Dania, ovadese: eroe dell'Indipendenza Greca, URBS, Anno XIX n.3 settembre 2006, pp. 180-191 (12 pp. in pdf alta qualità 0,56 MB)